Tornare in Forma senza Troppe Rinunce

Ecco le astuzie per perdere peso senza fare troppe rinunce.

Con l’arrivo della bella stagione, chi più chi meno abbiamo voglia di leggerezza, di scoprirci di più e di sentirci più in forma.

La voglia di stare all’aria aperta è un ottimo alleato per eliminare la “zavorra” accumulata durante il periodo invernale.

Ci sono dei piccoli accorgimenti che ci possono aiutare ad eliminare quei chili di troppo senza eccessivo sforzo, ma una cosa è fondamentale: la costanza.

Dimagrire senza dieta è possibile: per perdere peso basta infatti mettere in atto delle semplici astuzie, senza seguire diete rigide o restrittive che condizionano il nostro umore e mettono a dura prova la nostra volontà. È però importante imparare alcune regole di comportamento: semplici metodi da mettere in atto ogni giorno, come svolgere attività fisica, mangiare nel modo giusto e non solo. Scopriamo allora le strategie efficaci da seguire ogni giorno per dimagrire senza troppe rinunce, utilizzando anche un po’ di astuzia, per sentirvi snelle e di ottimo umore senza privazioni.

Mangiare ad orari regolari accelera il metabolismo

Una soluzione fondamentale e da non sottovalutare è quella di mangiare ad orari regolari seguendo il vostro orologio biologico. In questa maniera il vostro metabolismo ritroverà il giusto ritmo tra la fase del digiuno e quella della digestione. Non tutti infatti siamo predisposti per mangiare agli stessi orari. L’importante è però essere costanti dedicando ai pasti dei momenti precisi della giornata: parliamo di crononutrizione, un modo di stabilire delle regole di comportamento a tavola che ci aiuteranno anche a dimagrire senza seguire una dieta.

Fare colazione al massimo entro un’ora dal risveglio;

dopo quattro o sei ore preparatevi per il pranzo che dovrà essere nutriente e a base di proteine (es. carne, pesce, legumi, soia, cereali);

5 ore più tardi mangiate un frutto per fare una ricarica di zuccheri sani;

la sera cenate preparando pietanze leggere (minestrone con l’aggiunta di cereali, pesce, carni bianche alla griglia sempre con contorno di verdure fresche).

Ci sono poi dei trucchetti da adottare per adeguare lo schema alle vostre giornate: se la sera avete fatto tardi potete abbinare colazione e pranzo mangiando un pasto nutriente e leggero tra le 10 e le 14 (brunch) per poi cenare normalmente, il tutto cercando di stabilire sempre un certo equilibrio che sarà solo vostro.

Non è necessario né digiunare nè mangiare solo riso in bianco, il segreto è equilibrare.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Limitate le farine e i latticini. Molte persone non li digeriscono bene e questo può essere causa di depositi di grasso.

Fate esercizio regolarmente. Più che un trucco per perdere peso senza soffrire è una sana abitudine. Fate attività fisica almeno tre volte alla settimana.

Non mangiate davanti alla TV, parlando molto o con la mente distratta da troppe preoccupazioni.

Mangiate ananas e papaya a digiuno, entrambe aiutano a eliminare i liquidi e a pulire l’organismo.

Non mangiate alimenti fritti o precotti, sono pieni di grassi poco salutari. Se non avete alternative, mangiatene una piccola quantità, possibilmente accompagnandoli a un’insalata o a verdure e a un infuso digestivo.

Non mangiate la frutta a fine pasto. Visto che rallenta la digestione. È meglio mangiarla a metà mattina o a metà pomeriggio. Potete però mangiare una mela o una pera, frutti considerati “più neutri”.

Una volta a settimana potete decidere di mangiare solo verdure; pranzo e cena con vegetali non amidacei cotti e crudi conditi con olio di oliva (non più di tre in tutta la giornata).

Abituatevi a non terminate il pasto completamente sazi. Alzatevi da tavola con una lieve sensazione di fame: sparirà nel giro di pochi minuti.

Abituatevi a salire le scale invece di usare l’ascensore. È un modo facile per fare un po’ di movimento ogni giorno.

Evitate di mangiare i dolci a fine pasto. È meglio mangiarli di tanto in tanto e lontano dai pasti, in modo da gustarli di più e, soprattutto, digerirli meglio.

Conoscevate già questi trucchi per perdere peso senza dovere troppo soffrire? Metteteli in pratica e recuperate il vostro peso ideale e se volete un esempio di dieta da potere fare una volta al mese.

Guardate qui l’esempio per liberarvi dei due chili di troppo che vi appesantiscono.

Primo giorno:

Colazione – Mangiate uno yogurt bianco magro, unite due cucchiai di fiocchi di cereali ma senza zucchero e 4-5 mandorle; bevete un tè oppure un caffè.

Pranzo – Un piatto con 40 g d riso basmati e un filetto di pesce al vapore, con contorno di verdure saltate in padella con zenzero fresco.

Cena – Una zuppa di lenticchie; una porzione di catalogna saltata in padella con un pizzico di zenzero in polvere.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Secondo giorno

Colazione – Mangia una fetta di pane integrale o di segale con ricotta e un cucchiaino di marmellata senza zuccheri; bevi un tè o un caffè.

Pranzo – Preparate 50 g di cous cous con verdure (potete scegliere tra zucchine, peperoni, pomodori) e straccetti di pollo al forno (70G) al curry (nella miscela di spezie è presente lo zenzero).

Cena – Preparate un passato di carote al quale unirete una grattugiata di zenzero fresco; un filetto di sogliola con contorno di spinaci conditi solo con il succo di limone.

Terzo giorno

Colazione – Una fetta di pane integrale con prosciutto cotto; un frutto; bevete un tè o un caffè.

Pranzo – Preparate una pasta di legumi condita con il sugo di pomodoro; verdure miste con un pizzico di zenzero in polvere.

Cena – Preparate 150 g di pollo marinato per 30 minuti in una salsina ottenuto con lo zenzero fresco, un cucchiaino di olio di oliva, succo di limone e un cucchiaino di salsa di soia, poi passatelo ai ferri. Potete accompagnare il pollo con una porzione di broccoli al vapore e completare con due gallette di riso.

Come spuntino potete mangiare un frutto di stagione e tre nocciole oppure un pacchetto di cracker di soia.

A questa dieta abbinate anche, ogni giorno prima di pranzo e cena una bevanda a base di acqua allo zenzero.

Preparala così: metti 4 cm di zenzero a pezzi in due litri di acqua e lascia in infusione una notte. Bevi due bicchieri d’acqua mezz’ora prima del pranzo e due bicchieri prima della cena. Così il dimagrimento sarà più rapido.

Ricordatevi che ridurre le calorie assunte e praticare il digiuno breve con regolarità, ad esempio una volta a settimana aiuta ad ottenere benefici importanti.

La dieta della pizza: tutti i giorni e perdi chili

Come scegliere la pizza giusta

E’ il tuo piatto preferito? Non riesci proprio a rinunciare alla pizza? E’ la più grande rinuncia che il nuovo regime ipocalorico ti impone? Niente paura, con qualche accorgimento mangiare pizza a dieta e possibile ed è possibile farlo anche tutti i giorni.

Pizza sì ma light
La pizza non fa aumentare di peso, basta seguire le indicazioni per mantenere le giuste proporzioni tra carboidrati e proteine. Bisogna poi scegliere la pizza giusta, cioè quella priva di salumi, carne, uova, e ricca di verdure crude e grigliate. Ok al pomodoro se non ci sono problemi di infiammazioni intestinali ma meglio evitare la mozzarella e optare per le scaglie di parmigiano. La pizza non è un pericolo per la linea se poi negli altri pasti vanno introdotte molte verdure e frutti.

I vantaggi nutrizionali della pizza
Non mette solo di buonumore, la pizza assicura anche altri benefici se preparata in maniera artigianale e con ingredienti di prima scelta. La ricchezza di acidi grassi insaturi dell’olio di oliva, oltre alla presenza di vitamine e di sostanza antiossidanti, lo rende un alimento buono per la salute e contrasta la formazione del colesterolo cattivo, favorendo invece la circolazione, proteggendo il sistema cardiovascolare e contrastando l’azione dei radicali liberi. L’impasto, soprattutto se ha base di cereali integrali e di grani antichi rilasciano energia e sono un ottimo contenuto proteico, aiuta a controllare la fame, fornendo energia a lento rilascio e mantenendo a lungo il senso di sazietà. Pranzare o cenare con una pizza significa evitare fastidiosi cali glicemici e non sentire la necessità di ricorrere agli snack per esempio. Una pizza del peso di 250 grammi apporta una quantità di calorie pari a 650 o 700, come un piatto di pasta condito.

La dieta della pizza giorno per giorno
Nel corso di questa dieta però bisogna evitare del tutto altri sfizi: dolciumi, insaccati, prodotti industriali in genere, alcolici. Nel frattempo, bisogna bere durante la giornata molta acqua, circa due litri al giorno, e accoppiare alla dieta un’attività fisica costante, quotidiana. Almeno 30 minuti di bicicletta o di camminata a passo svelto. La pizza in questa dieta sostituisce un pasto al giorno. Il secondo pasto della giornata sarà quindi molto light. A colazione si può mangiare uno yogurt parzialmente scremato oppure frutta fresca, un bicchiere di tè e tre fette biscottate integrali oppure cereali integrali con un bicchiere di latte scremato. Per merenda si mangia solo frutta fresca o frullato.

Lunedì
A pranzo insalata di verdura fresca e prosciutto crudo, a cena pizza con zucchine e pomodori freschi.

Martedì
A pranzo frittata con patate e insalata, a cena pizza con i funghi e insalata.

Mercoledì
A pranzo spinaci passati in padella e frutta fresca, a cena pizza margherita.

Giovedì
A pranzo spiedini di verdure e formaggio e insalata verde, a cena pizza napoletana

Venerdì
A pranzo zucchine ripiene, a cena pizza con le patate e insalata verde.

Sabato
A pranzo due fettine di manzo ai ferri con contorno di carote, a cena focaccia bianca al rosmarino.

Domenica
A pranzo involtini con prosciutto, lattuga e parmigiano, fagiolini in agrodolce e a cena pizza capricciosa.

Le furbate per dimagrire in maniera rapida ed efficace


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Se sai cosa mangi, la dieta diventa più rapida ed efficace

Quando decidi mi metterti a dieta, perché la dieta sia più duratura, rapida ed efficace devi innanzitutto rivedere il tuo stile di vita e avere un obiettivo. Dopo devi programmare.

Esattamente come quando pensi ad un viaggio, sogni la meta e poi decidi come raggiungerla. Decidere di mettersi a dieta perché si sono accumulati quei due tre chiletti in più che ci rendono più stanchi, appesantiti e che non ci fanno vivere bene, è essenziale, così come rivedere in primis le nostre abitudini alimentari.

Se sai cosa mangi, la dieta diventa più rapida ed efficace, quando i risultati tardano ad arrivare o restano a metà c’è sempre un errore, consapevole o no, nelle nostre abitudini alimentari e nelle nostre scelte quotidiane.

Ovviamente le nostre abitudini alimentari e il nostro stile di vita non possono cambiare in pochi giorni, ma è necessario sempre sapere da dove partire e adottare dei piccoli accorgimenti che ci aiuteranno ad arrivare prima alla meta, cioè eliminare i chili di troppo.

Dimagrire e restare in forma significa infatti sì seguire una dieta dimagrante, ma significa cercare anche di mantenere costantemente un’alimentazione equilibrata, così da evitare quello che viene definito effetto a fisarmonica, un’alternanza di dimagrimento e ingrassamento ciclica che ha tutt’altro che effetti benefici sul corpo e l’organismo.

Fondamentale per centrare l’obiettivo è non solo curare l’alimentazione, ma anche il nostro stile di vita, che deve essere sano, e curare l’attività fisica, che va svolta in maniera costante e regolare per mantenersi in forma ma anche per tenere attivo il nostro metabolismo. Per dimagrire occorre mangiare e muoversi nel modo giusto.

Se avete uno stile di vita sedentario, prima di intraprendere qualsiasi tipo di attività fisica è importante però che vi sottoponiate prima ad un controllo medico che valuterà il vostro stato fisico e in particolare la salute del vostro apparato muscolo-scheletrico e di quello cardiocircolatorio.

L’attività fisica più idonea a bruciare grassi è quella aerobica (come camminare, andare in bicicletta, ecc.) praticata a un’intensità moderata. A questo livello di intensità si produce anche un lieve aumento del tono muscolare e inizia l’adattamento cardiovascolare. Nelle persone adulte, per prevenire l’aumento di peso, oltre alla dieta bilanciata, sono raccomandati almeno 150 minuti a settimana di attività fisica aerobica d’intensità moderata, praticata per almeno 10 minuti consecutivi.

La prima regola per dimagrire in modo sano e duraturo, ma soprattutto per farlo nei modi migliori e con il massimo dei benefici, è senz’altro quello di non perdere peso troppo in fretta, riducendoci alla fame.

Se bisogna perdere soltanto qualche chilo, è importante iniziare a capire cosa potrebbe non andare all’interno delle abitudini alimentari. Troppi grassi? Troppi dolci e troppi zuccheri? Eliminiamoli o limitiamoli, anche gradualmente se non riusciamo di colpo.

Per perdere peso in modo sano e duraturo basta privilegiare soprattutto frutta e verdura fresche di stagione, pesce e carne bianca. Sì a riso, cereali integrali e legumi.

No ai cibi grassi, fritti, cibo da fast food e dolci molto ricchi: vanno limitati a casi eccezionali, giusto per togliersi uno sfizio di tanto in tanto. Ma ci sono degli errori che bisogna assolutamente evitare se decidi di metterti a dieta.

Ecco tutte le astuzie per dimagrire più rapidamente ed efficacemente che non hai considerato, gli errori da evitare per perdere peso più rapidamente ed efficacemente.

  1. Per prima cosa, svuota la dispensa e il frigorifero.
  2. Evita di fare la spesa quando sei affamata o annoiata, per non rischiare di riempire il tuo carrello della spesa di golosità pericolose.
  3. Quando vai a fare la spesa, fai una lista degli alimenti base che ti servono e cerca di attenerti a quella.
  4. Consuma alimenti che accelerano il metabolismo: noci, cioccolato amaro, cannella, aceto, cereali, zenzero.
  5. Evita di saltare i pasti: non solo saltare i pasti è assolutamente contro-producente per il metabolismo, ma si consiglia addirittura di non far passare mai più di 6 ore tra un pasto e l’altro. Mangiare poco ma spesso è fondamentale per accelerare il metabolismo e tenerlo sempre attivo nel corso della giornata, in modo da bruciare di più. Quindi, non scendere mai al di sotto di tre pasti leggeri e due spuntini al giorno, così mantieni il metabolismo sempre in funzione. E bruci di più.
  6. Mangiare in base allo stile di vita che si ha. Se si è sedentari meglio limitare le porzioni; se si è dinamici, è possibile concedersi qualche caloria in più.
  7. Concediti delle piccole tentazioni di tanto in tanto. Che si tratti di un gelato, di un pezzetto di cioccolata fondente o di un altro cibo che ti piace, non privartene totalmente.
  8. Sostituisci il pranzo e la cena con tanta frutta. Un frutto (due se sono piccoli) va bene come spuntino. Ma se proprio vuoi sostituire un pasto per breve tempo, non aumentare le quantità, accompagna, invece, la tua merenda con uno yogurt magro e un piccolo panino.
  9. Controlla bene le etichette nutrizionali delle cose che compri. Se le differenze caloriche non sono davvero significative, preferisci i prodotti tradizionali. Così, eviterai anche di assumere aria o sostanze non assimilabili (e non sane), che vengono usate spesso per aumentare il volume di questi cibi.
  10. Fai attenzione allo spuntino. No ai succhi di frutta, sono una miniera di zuccheri semplici che provocano l’effetto contrario: Lo spuntino lontano dai pasti serve a prevenire cali di attenzione e di energia e a mantenere attivo il metabolismo. Scegli fette biscottate o una barretta di cereali
  11. Scegli un bel piatto di insalata mista, che fa volume e riempie anche la mente ma va sempre accompagnata da una piccola quota proteica leggera. Alterna tonno senza olio, tacchino o petto di pollo, un uovo sodo. Con questo trucco, ti sentirai subito più sazia.

Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


La dieta del gelato (sì, dimagrisci davvero)
Dimagrire senza rinunce

Arriva il caldo e resistere alla tentazione di un bel gelato, soprattutto se vuoi mantenerti in forma, può essere davvero molto difficile. Eppure, ci sono regimi alimentari specifici che permettono di godersi lo sfizio di un gelato al giorno senza rinunciare alla prova costume. Il regime in questione è proprio la dieta del gelato che promette di far perdere fino a due chili in una settimana. Seguendo alcuni accorgimenti infatti è possibile non solo cedere alla tentazione golosa di sorbetti & co ma anche trasformare un cibo calorico come il gelato in un alleato della propria dieta.

Il gelato giusto per la dieta
La dieta del gelato parte dal presupposto che si tratti di un alimento completo perché contiene tutti i nutrienti di cui è fatto un pasto: proteine e grassi (dati dal latte), fibre (la frutta) e carboidrati (zuccheri e altri “alimenti accessori”). Naturalmente, se l’obiettivo è perdere peso conviene scegliere gelati light, privi quindi di grassi e zuccheri in eccesso, per esempio quelli alla frutta, con una base di yogurt o di latte vegetale e dolcificati con la stevia o con un dolcificante poco calorico. L’effetto sul cono o nella coppetta sarà naturalmente diverso perché sono proprio i grassi a conferire al gelato la classica morbidezza e la cosiddetta “spalatabilità” cioè la caratteristica che permette al gelato di essere preso e messo sul cono) ma conviene rinunciare a un po’ di consistenza se comunque il gusto non cambia e perdere peso è possibile.

Come funziona la dieta del gelato
Uno dei grandi vantaggi della dieta del gelato è che si può seguire anche fuori casa perché le gelaterie sono ormai piene di varianti light, gelati alla soia per esempio, senza glutine e con dolcificanti diversi dallo zucchero. Nel dubbio, o in mancanza di alternative light, conviene scegliere un sorbetto che è meno calorico in media del classico gelato o un gusto alla frutta senza latte. In alternativa si può preparare in casa in maniera facile e veloce un gelato davvero light, con o senza gelatiera. Una piccola gelatiera, che facilita molto la preparazione, ha comunque un prezzo irrisorio e consente di preparare e conservare in giro un chilo di gelato alla volta.

La ricetta del gelato per la dieta (se vuoi farlo in casa)
Ecco in ogni caso due ricette adatte sia a chi ha la gelatiera e sia a chi non ce l’ha. Per comodità diamo qui la ricetta di un sorbetto che è molto più leggero di un gelato classico perché non è base di creme né di latte. La base di acqua permette infatti di evitare la componente grassa del latte e della panna.
Il procedimento con la gelatiera: frulla in un contenitore 1/3 di polpa di frutta, 1/3 di zucchero e 1/3 di acqua, inserisci il composto nella gelatiera per circa 30 minuti (o secondo le istruzioni dell’apparecchio). Aggiungi come addensante la farina di semi di carrube nelle dose indicate per addensare il gelato e conservarlo in freezer per alcuni giorni. Se non ha la gelatiera procedi così: metti in una bacinella 1/3 di polpa di frutta già frullata, 1/3 di zucchero e 1/3 di acqua. Inserisci il contenitore dentro uno più grande dove avrai messo 2/3 di ghiaccio e 1/3 di sale. La reazione chimica tra questi due elementi crea la temperatura giusta per realizzare il gelato: ti basta mescolare gli ingredienti della bacinella piccola per circa 10 minuti in modo da incorporare la giusta quantità di aria.

La dieta settimanale del gelato
A colazione puoi consumare tutti i giorni cento grammi di yogurt freddo con cereali integrali o fette biscottate integrali con un velo di marmellata senza zucchero. Per gli spuntini di metà mattina e di metà pomeriggio invece puoi alternare frutta di stagione, per esempi una pesca o un’albicocca, un centrifugato di verdura o di frutta o del gelato fatto mettendo in freezer e poi frullando delle fette di banana molto matura.

Lunedì
A pranzo una coppetta con 3 palline di gelato vaniglia e 200 grammi di fragole, a cena 150 grammi di filetto di pesce alla griglia, insalata fresca e 50 grammi di pane nero.

Martedì
A pranzo prosciutto e melone e 2 palline di gelato alla frutta, a cena 150 grammi di arrosto di tacchino, fagiolini al vapore e 50 grammi di pane nero.

Mercoledì
A pranzo una coppetta con 3 palline di gelato allo yogurt e 200 grammi di frutta fresca, a cena 100 grammi di spaghetti al pomodoro e basilico e1 uovo sodo.

Giovedì
A pranzo 200 grammi di insalata di pomodori e basilico, 200 grammi di frutti di bosco con una pallina di gelato al limone. A cena: 130 grammi di carpaccio di manzo, 200 grammi di carote al vapore e una fetta di pane nero

Venerdì
A pranzo una coppetta con 3 palline di gelato al cioccolato e fragola o vaniglia. A cena: 150 grammi di risotto di mare.

Sabato e domenica
Scegli uno dei menu dei giorni precedenti e concediti, la domenica, una pallina di gelato in più.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Yogurt, energia e benessere

Uno degli alimenti per la prima colazione (ma non solo) che da un apporto di energia incredibile è lo yogurt. A colazione dà lo sprint per iniziare la giornata; nel momento dello spuntino, a metà mattina o a metà pomeriggio, oltre a smorzare la fame favorisce il recupero energetico e muscolare, soprattutto dopo aver fatto attività fisica grazie alla sua ricchezza proteica.

La tipologia di yogurt che risulta migliore come fonte di energia è lo yogurt greco

Lo yogurt greco presenta trend di crescita molto sostenuti e che sembra incontrare particolarmente il gusto degli italiani. Secondo i dati Nielsen, nei primi mesi del 2017 il numero di famiglie italiane che hanno comprato questo prodotto è pari a 9,3 milioni, ovvero 2 milioni in più rispetto al 2016. Lo scorso anno le vendite relative allo yogurt greco realizzate dalla GDO sono state pari a 161,5 milioni di euro, con una crescita del 12% sull’anno precedente.

La differenza principale tra yogurt greco e quello tradizionale è data dal numero di filtraggi (separazione della parte liquida da quella solida) cui sono sottoposti: due nel caso dello yogurt tradizionale e tre per lo yogurt greco. Potrebbe sembrare una differenza minima, ma in realtà questo comporta un notevole cambio nella composizione nutrizionale del prodotto. Con la terza filtrazione, lentissima, viene eliminato insieme al liquido residuo (siero) anche la quasi totalità del lattosio e del sodio. Questo rende lo yogurt greco particolarmente adatto a chi soffre di intolleranza al lattosio e a chi ha necessità di seguire diete a ridotto contenuto di sale per problemi di ipertensione o ritenzione idrica Il maggior filtraggio conferisce inoltre al prodotto una maggiore cremosità e consistenza che è la sua caratteristica principale e più conosciuta. Non solo, togliendo ulteriormente liquidi, anche le percentuali di proteine e potassio sono superiori rispetto a quelle contenute nello yogurt tradizionale.

Questo lo rende un alimento ideale per gli sportivi che hanno bisogno di un maggior apporto energetico e devono reintegrare i sali minerali persi nella sudorazione. Lo yogurt greco risulta invece povero di zuccheri, che vengono secreti con il siero, ed è quindi indicato anche nelle diete ipocaloriche. Infine, come tutti gli yogurt, è ricco di fermenti lattici che, ristabilendo l’equilibrio della flora batterica, aiutano a migliorare la regolarità intestinale e a prevenire i gonfiori addominali.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Energia e benessere con i semi oleosi.

Lo yogurt greco, tradizionalmente servito per la prima colazione con muesli e cereali vari, è perfetto anche in abbinamento con i semi oleosi, che rappresentano un’altra delle tendenze alimentari più originali e innovative degli ultimi tempi.
Piccoli, ma estremamente preziosi per il nostro organismo, contengono un’elevata concentrazione di elementi nutrizionali, le cui proprietà benefiche sono note fin dall’antichità. Tra le diverse sostanze utili alla salute troviamo proteine, vitamine, grassi essenziali, fibre e sali minerali. Occhio però alle quantità: i semi oleosi hanno un alto contenuto lipidico e calorico e vanno consumati secondo le dosi giornaliere consigliate. Per completare una prima colazione ricca di energia, a yogurt e semi non rimane che aggiungere la frutta, fonte essenziale di vitamine. Oltre alla raccomandazione di consumare frutta fresca e preferibilmente di stagione, anche in questo caso ci sono alcuni “super frutti” che, per le loro caratteristiche nutrizionali, entrano sempre più frequentemente nel carrello degli italiani. Partiamo da melagrana, mirtilli e bacche di Açaí che sono considerati alleati preziosi per mantenere una pelle giovane ed elastica, essendo ricchissimi di antiossidanti che contrastano i radicali liberi e prevengono l’invecchiamento.

Sempre più diffuse sono anche le bacche di Goji, piccoli frutti rossi di una pianta che cresce negli altopiani asiatici di Cina, Tibet e Mongolia conosciuti anche come “frutto della longevità” per le loro riconosciute qualità terapeutiche e nutritive. Ricche di vitamine, amminoacidi, sali minerali e con un basso indice glicemico, rappresentano un notevole energizzante naturale.

Infine le more di gelso, molto usate nella medicina tradizionale cinese e oggi sempre più utilizzate e apprezzate per il loro alto contenuto di ferro, sali minerali e vitamine (C ed E). Questo frutto è considerato un ottimo integratore naturale, ideale per chi pratica sport in quanto aiuta a ridurre stanchezza e affaticamento.

Ha inoltre proprietà antibatteriche, vasoprotettrici, lassative e diuretiche.

Come conservarlo
Per farlo durare più a lungo, in modo che le sue proprietà non vadano perse, è meglio conservare lo yogurt nel ripiano più alto del frigorifero. In questo scomparto la temperatura oscilla tra i 4 e i 5°C e consente alla flora microbica di mantenere intatte le sue caratteristiche. I batteri buoni di cui è ricco questo alimento, infatti, con il passare del tempo tendono a perdere la loro vitalità e a diminuire.

Il trucco per gustarlo al meglio? Tenere d’occhio la data di scadenza. Sistemando le confezioni con la data più vicina davanti a quelle che possono essere consumate successivamente, ti assicuri un prodotto sempre fresco e sano.

A dirla tutta, potresti mangiare lo yogurt anche una volta scaduto. Se il vasetto è integro, è possibile consumarlo senza problemi fino a 7 giorni dopo la data di scadenza indicata sull’etichetta. Se lo hai già aperto da più giorni, meglio buttarlo perché il contatto con l’aria distrugge i fermenti.

Yogurt di capra

Naturale o alla frutta, lo yogurt di capra, rispetto alla versione di mucca, è più ricco di vitamine e minerali. Inoltre apporta una maggiore quantità di calcio, prezioso per mantenere in buona salute muscoli e ossa. E vanta più vitamina B3, utile per combattere stanchezza e fatica, soprattutto se si praticano sport ad alto dispendio energetico come corsa, nuoto e bicicletta.

Grazie al maggiore apporto di potassio e magnesio, utili per la contrazione muscolare, lo yogurt di capra è inoltre ideale per ricaricarsi di energia dopo l’attività fisica e per reintegrare i minerali persi durante l’allenamento.

Dal punto di vista energetico, infine, aiuta a mantenersi in linea, poiché rispetto a quello di mucca ha 12 calorie in più (per 100 grammi) ma ha meno grassi.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Yogurt vegetale

Le alternative veg a base di latte vegetale (di soia, riso, mandorle e cocco) sono senza lattosio, uno zucchero contenuto naturalmente in quelli a base di latte di mucca, di capra o di pecora, che talvolta può causare problemi di digestione come gonfiori, flatulenza ed altri fastidi. Lo yogurt vegetale, essendone privo, può essere mangiato tranquillamente anche da chi è intollerante.

Attenzione, però, al contenuto di vitamina D e calcio: dal momento che difetta di questi due nutrienti, utili per mantenere in buona salute le ossa, è sempre bene confrontare i prodotti in commercio e scegliere lo yogurt vegetale arricchito con questi nutrienti.

YOGURT MAGRO PREPARAZIONE IN CASA

Ingredienti per 1 Kg di yogurt

  • 1 litro di latte scremato
  • 2 cucchiai di yogurt bianco magro 0,1%

Fate riscaldare il latte a non più di 45°, se non avete il termometro da cucina basta regolarsi toccandolo con il dito; ovviamente non deve scottare troppo, considerate che se lo immergete per 10 secondi senza senza bruciarvi, è pronto! A questo punto toglietelo dal fuoco, aggiungete i 2 cucchiai di yogurt; mescolate e, se intanto la temperatura è calata, rimettetelo qualche istante nuovamente sui fornelli per farlo ritornare al calore precedente.
Adesso mettete il tutto (ancora caldo) in un barattolo di vetro ben pulito e foderato con la carta stagnola per far mantenere il calore.
Lasciate riposare per 8/12 ore (8h se lo preferite più dolce/12h se invece vi piace più aspro) e una volta scaduto il tempo, mettere subito in frigorifero per almeno 2h prima di poterlo mangiare.

Lo yogurt magro, risultato della preparazione, non sarà molto denso in quanto è stato utilizzato il latte scremato, ma sarà molto buono per i vostri muscoli, il vostro allenamento e la vostra salute!

1 Yogurt e frutta secca: mandorle e noci sono ricche di proteine, ma attenzione a non esagerare, perché contengono anche un elevato contenuto di grassi e calorie: potreste appesantirvi troppo durante l’attività fisica. Scegliete di assumerle con molto anticipo rispetto all’allenamento e completate lo spuntino con una spremuta di arancia non zuccherata.

2 Yogurt e miele: una merenda golosissima e veloce da preparare. Versate un cucchiaino di miele e uno di pinoli all’interno di uno yogurt alla greca bianco naturale, mescolate delicatamente e godetevi il vostro pieno di proteine. Il miele è inoltre ricco di antiossidanti e rappresenta una fonte di energia pronta all’uso.

3 Yogurt e frutta fresca: la frutta fresca di stagione è perfetta per assicurare al nostro organismo una buona dose di vitamine e sali minerali. Lavatela, tagliatela a tocchetti e versate sopra il vostro yogurt colato bianco preferito: noi ad esempio abbiamo deciso di provare Müller Passione alla Greca Bianco Naturale, che ha la giusta consistenza cremosa per ricavare un super frullato. Abbinateci la frutta che più vi piace, avendo cura di scegliere sempre quella di stagione. Sarà uno spuntino sano e leggero.

4 Yogurt e cannella: siete di corsa, non avete tempo di tagliare la frutta e non avete voglia del solito yogurt? Aggiungete al vostro yogurt colato un cucchiaino di cannella, spolverizzandolo sulla superficie. Questa spezia, oltre ad avere un gusto piacevole, è utile anche per il suo potere antiossidante e come catalizzatore dei processi digestivi.

5 Yogurt e semi: negli ultimi tempi si parla molto dell’importanza dei semi nell’alimentazione. Per un maggior apporto proteico, i semi di girasole sono particolarmente indicati perché più ricchi rispetto agli altri semi. Contengono tra l’altro un’ottima dose di minerali, vitamine, antiossidanti e fibre. Provate a fare merenda con 10 grammi di semi e uno yogurt alla greca e ne sentirete la differenza.

6 Yogurt e bresaola: i salumi magri come la bresaola sono un’ottima fonte di proteine. Troppo spesso questo alimento è proposto in accompagnamento a formaggi che però non sono facili da digerire. Per restare leggeri, farcite qualche fettina di bresaola con un cucchiaino abbondante di yogurt alla greca bianco precedentemente aromatizzato con un trito di basilico o erba cipollina o menta. Potrete scegliere di arrotolarla o di servirla come un fagottino legandola con un filo di erba cipollina. Se siete vegetariani, sostituite le proteine animali della bresaola con quelle vegetali di una porzione di hummus.

7 Yogurt e barrette di cereali: per un pieno di energia e di salute fate merenda con lo yogurt alla greca e una barretta di cereali, facili da preparare anche a casa il giorno prima (si conservano per una settimana dalla cottura). Vi serviranno pochi ingredienti come avena, semi, frutta disidratata, miele e burro (ne basta davvero pochissimo, meno di 10 grammi a barretta). Realizzatene per esempio mescolando 50 g di burro fuso con 75 g di miele fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiungete 1 cucchiaio di zucchero di canna integrale, 180 g di fiocchi di avena, 1 cucchiaio di semi di lino e 4 cucchiai della frutta disidratata che preferite. Amalgamate e stendete il composto in una teglia foderata con carta da forno e, dopo una cottura di 20 minuti a 160 °C, sfornate e tagliate in pezzi. Si ottengono all’incirca 15 barrette, che si manterranno fragranti se conservate in un barattolo con coperchio.

8 Yogurt e cacao amaro: tra gli alimenti più ricchi di proteine c’è anche il cioccolato, ma attenzione: scegliete quello fondente e non quello al latte o bianco poiché contengono anche un elevato contenuto di grassi. Per merenda aggiungete quindi un cucchiaio di cacao amaro al vostro yogurt colato e sarete pronti e carichi per il vostro allenamento.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


RICETTE

Coppa allo yogurt e mirtilli

Ecco un fresco dessert semplice da preparare: la coppa allo yogurt e mirtilli, dove la cremosità dello yogurt e della panna incontra la dolcezza dei mirtilli e del miele.

? Ingredienti per 4 persone

300 grammi yogurt intero
200 millilitri panna montata
6 grammi gelatina in fogli
2 cucchiai vodka
50 grammi biscotto secco
100 grammi mirtilli
50 grammi zucchero
60 grammi miele di acacia

Preparazione della coppa allo yogurt e mirtilli

1) Prepara la salsa di mirtilli: mescola in un pentolino lo zucchero, 4 cucchiai di acqua e i mirtilli e lascia cuocere su fuoco basso per 10 minuti.

2) Metti la gelatina a bagno in acqua fredda; nel frattempo monta la panna.

3) Versa il miele nello yogurt e mescola finché si sarà perfettamente amalgamato.

4) Sgocciola la gelatina, strizzala e scioglila in un pentolino con la vodka e un cucchiaio di acqua (se intendi preparare questo dessert allo yogurt per i bambini, non usare la vodka). Aggiungila allo yogurt, mescola e incorpora delicatamente la panna.

5) Sbriciola i biscotti e mescolali alla salsa di mirtilli.

Come servire la coppa allo yogurt e mirtilli
1) Prendi 4 coppe, versa in ognuna uno strato di crema allo yogurt che le riempia a metà, prosegui con uno strato di biscotti ai mirtilli e copri con la crema rimasta. Metti in frigo per un’ora prima di servire.


Yogurt e prugne

INGREDIENTI
• 700 g di yogurt magro
• 250 g di prugne secche snocciolate
• 2 albumi
• 2 cucchiai di zucchero
• 6 meringhe piccole
• 1 centimetro di radice di zenzero
• 1 cucchiaio di kirsch
• mandorle a scaglie

PROCEDIMENTO
Tenete da parte tre prugne secche per la guarnizione, frullate tutte le altre con lo yogurt, lo zucchero, mezzo cucchiaino di zenzero grattugiato, il kirsch. Versate il frullato in una terrina, incorporatevi gli albumi montati a neve soda.

Suddividete la mousse in sei bicchieri di cristallo, sigillateli con la pellicola trasparente, teneteli in frigorifero fino al momento di servire. Prima di portare a tavola guarnite ciascun bicchiere con una piccola meringa, mezza prugna e alcune scaglie di mandorle.


Granola con frutti di bosco e yogurt

INGREDIENTI
• 500 g di yogurt intero
• 300 g di fiocchi d’avena
• 120 g di fragoline di bosco
• 100 g di mirtilli
• 2 banane
• 100 g di mandorle con la buccia
• 100 g di uvetta
• 50 g di miele di acacia
• 50 g di zucchero di canna
• 50 g di semi misti tra zucca girasole e lino
• olio di arachide

PROCEDIMENTO
Mescolate in una ciotola i fiocchi d’avena con le mandorle tritate grossolanamente e i semi misti. Versate il miele in un pentolino con lo zucchero di canna e due cucchiai d’olio. Scaldate su fiamma bassa fino a che lo zucchero si è sciolto.

Versate lo sciroppo ottenuto nella ciotola con gli ingredienti secchi e mescolate bene fino a far assorbire la parte liquida. Stendete con una spatola il composto sbriciolato su una teglia rivestita con carta da forno senza premere troppo e cuocete la granola in forno preriscaldato a 150° per circa 30 minuti. Ogni 10 minuti estraete la teglia e mescolate.
Ammorbidite l’uvetta in acqua tiepida per 10 minuti, scolatela, asciugatela e mescolatela agli altri ingredienti proseguendo la cottura in forno per altri 10 minuti. Lasciate raffreddare e disponete la granola in vasetti di vetro dove può essere conservata per un paio di settimane.
Versate lo yogurt in quattro coppe, aggiungete le banane tagliate a tocchetti e i frutti di bosco, cospargete il tutto con abbondante granola e servite.


Fichi con yogurt greco, mascarpone e savoiardi morbidi

INGREDIENTI
• 17 fichi
• 200 g di miele di acacia
• 350 g di yogurt greco
• 200 g di mascarpone
• 1/2 limone per il succo
• 1/2 limone per lo zeste
• 4 foglie di menta fresca
• 1/2 stecca di vaniglia

Fichi con yogurt greco, mascarpone e savoiardi morbidi è un dessert al cucchiaio perfetto per l’estate.

Questo dolce cremoso è davvero facile da realizzare ed è ottimo servito freddo, come fine pasto o rinfrescante merenda.

Provare la ricetta di questi fichi con yogurt greco, mascarpone e savoiardi morbidi sarà davvero semplice e il risultato è squisitamente garantito: l’equilibrio degli ingredineti saprà conquistare il palato di tutti, in un abbraccio goloso di cremosa morbidezza.

COME PREPARARE: FICHI CON YOGURT GRECO, MASCARPONE E SAVOIARDI MORBIDI

Lavare delicatamente i fichi, tamponarli e tagliarli a metà. In una padella antiaderente scaldare il miele insieme al succo e allo zeste di limone e alla vaniglia. Non appena il miele inizia a essere liquido aggiungere i fichi e cuocere a fiamma bassa per 12 minuti. Scaduto il tempo versare i fichi macerati e il liquido ottenuto in un contenitore e lasciare raffreddare completamente. In una ciotola mescolare insieme yogurt greco e mascarpone fino a quando non si ottiene un composto molto cremoso e omogeneo. Aggiungere le foglioline di menta tritate finemente.

Comporre i quattro bicchieri alternando per due volte e in sequenza una cucchiaiata di fichi macerati con il loro liquido, uno strato di savoiardi morbidi a pezzettoni, due cucchiaiate di crema al mascarpone e yogurt. Conservare in frigorifero per circa un’ora prima di servire. Per ultimo guarnire i bicchieri con un pezzo di savoiardo morbido e due spicchi di fico.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Crema ai lamponi e yogurt

INGREDIENTI
• 500 g di yogurt intero
• 130 g di zucchero a velo
• 5 dl di panna
• 200 g di lamponi
• foglie piccole di menta
• alcuni cucchiai di zucchero semolato

PROCEDIMENTO
Frullate i lamponi, tranne alcuni che, tenuti da parte, serviranno per la guarnizione finale. Montate la panna con lo zucchero a velo, un po’ alla volta incorporatevi con delicatezza lo yogurt e poi il frullato di lamponi.

Versate il composto in una grande coppa di cristallo, guarnitela con i restanti lamponi e le foglie di menta cosparse di zucchero semolato leggermente inumidito. Tenete in frigorifero fino al momento di servire.


Crema di yogurt all’avocado

INGREDIENTI
• 250 g di yogurt bianco intero
• 100 g di nocciole
• 50 g di miele
• 1 avocado

PROCEDIMENTO
In forno caldo a 170° tostate le nocciole per circa dieci minuti. Eliminate la pellicina strofinandole con un telo da cucina, quindi passatele nel tritatutto. Versate lo yogurt in una ciotola, unite il miele e mescolate fino a ottenere una crema densa e omogenea. Sbucciate l’avocado, eliminate il nocciolo, tagliate la polpa a dadini regolari e uniteli velocemente (altrimenti anneriscono) alla crema di yogurt mescolando con delicatezza.
Versate il composto in una coppa di vetro e cospargete la superficie con le nocciole tritate. Tenete al fresco prima di servire.


Crema di yogurt, cetrioli e melone

INGREDIENTI
• 200 g di yogurt al naturale vaccino o di soia
• 1 cetriolo
• 4 fette di melone
• 1 limone
• 1 piada di farro all’olio d’oliva
• menta fresca
• olio extravergine d’oliva
• sale
• pepe nero

COME PREPARARE: CREMA DI YOGURT, CETRIOLI E MELONE

Tagliamo a dadini il melone e lo condiamo con sale, poco pepe, olio. Mescoliamo, lasciamo insaporire e intanto peliamo e facciamo a dadini la parte esterna del cetriolo, eliminando i semi.
In una ciotola mescoliamo lo yogurt con il succo di un limone, sale, pepe nero, la menta fresca e i dadini di cetriolo.

Frulliamo tutto al mixer aggiungendo a filo qualche cucchiaio d’olio per far montare la salsa.
Disponiamo sul fondo dei bicchieri la crema di yogurt e cetrioli, completiamo con il melone e una macinata di pepe nero e serviamo con la piada tostata e tagliata a striscioline.


Muesli con yogurt greco, lamponi e pistacchi

Il muesli con yogurt greco, lamponi e pistacchi è un dolce al cucchiaio ottimo per una colazione piena di gusto ed energia. Pochi passaggi compongono questa semplice ricetta che soddisfa il palato e dà la giusta carica per affrontare la giornata. Un’idea golosa, assolutamente da provare!

INGREDIENTI
• 700 g di yogurt greco
• 2 cucchiai di sciroppo di agave
• 4 cucchiai di muesli al cioccolato
• 15 g di granella di pistacchi
• 12 lamponi
• menta
PER LA COULIS:
• 280 g di frutti rossi misti (fragole, mirtilli, lamponi)
• 60 g di zucchero di canna
• 2 cucchiai di succo di limone

INTRODUZIONE
Questi golosi bicchierini di muesli con yogurt greco, lamponi e pistacchi sono ideali per una colazione ricca e gustosa o per un brunch domenicale.

La ricetta per prepararli è molto semplice e propone un mix di ingredienti speciali: due strati cremosi di yogurt greco si alternano a un goloso muesli al cioccolato; alla base di tutto una deliziosa coulis di frutti rossi misti (fragole, lamponi, mirtilli) e come decorazione lamponi freschi e una croccante granella di pistacchi.

Quando realizzate questi golosi bicchierini considerate, oltre al tempo di preparazione e cottura, anche quello necessario per il raffreddamento: ci vorranno circa 20 minuti perchè questa ricetta, una volta preparata, raggiunga la giusta consistenza e freschezza.

Il risultato è un equilibrio di consistenze e sapori energetico e appagante, ottimo per iniziare la giornata con la giusta carica e… grande soddisfazione per il palato.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto:


Palline di melone allo yogurt profumato alla menta

INGREDIENTI
• 2 meloni
• 3 yogurt cremosi
• 4 cucchiaini di miele
• 2 rametti di menta

PROCEDIMENTO
Lavate le foglioline di menta, asciugatele e tagliuzzatele. In una ciotola mescolate gli yogurt con il miele e le foglie di menta spezzettate, poi fate riposare per due o tre ore in frigorifero. Tagliate i meloni a metà, eliminate semi e filamenti, dalla polpa ricavate con lo scavino tutte le palline possibili. Mescolatele con la salsa di yogurt e versate il composto in una grande ciotola di vetro. Fate riposare dieci minuti in frigorifero prima di servire.


YOGURT GRECO ALLO STRUDEL

Altamente digeribile, leggero ma comunque gustoso, lo yogurt greco si presta come base ideale di innumerevoli ricette. Noi ve lo proponiamo in versione squisitamente invernale e altoatesina. Tagliate a spicchi una mela golden, cuoceteli in padella con un filo di acqua oppure in forno per qualche minuto. Fateli raffreddare e poi aggiungeteli in una ciotola su cui avrete steso uno spesso strato di yogurt greco. Una manciata di pinoli, uvetta a piacere e un velo di cannella per insaporire il tutto con una nota speziata completeranno l’opera. Infine fate colare qualche goccia di miele d’acacia sul composto, dopodiché mescolate vigorosamente et voilà: uno yogurt al retrogusto di strudel vi farà letteralmente leccare i baffi! Una bowl che è anche un elisir salutare: lo yogurt ripristina i batteri intestinali; la mela cotta e l’uvetta aiutano i processi di digestione; i pinoli sono un’ottima fonte di vitamine, minerali e Omega 6; il miele è un concentrato energetico di zuccheri naturali come il glucosio e il fruttosio. E la cannella? Non tralasciatela perché ha proprietà sfiammanti che aiutano a calmare mal di gola e malesseri stagionali vari, è un antiossidante che rallenta l’invecchiamento cellulare, è un’ottima alleata per perdere peso e combatte perfino l’acne.


YOGURT ALLA VANIGLIA CON AMARETTI
Un’altra spezia che ha del miracoloso è la vaniglia. Funziona infatti come antisettico naturale, contrasta lo stress e sconfigge l’insonnia. Quindi lo yogurt alla vaniglia è altamente consigliato, soprattutto come dessert da gustare dopo cena dato che la vanillina assicura sogni d’oro. Ma anche di mattina la vaniglia ha l’oro in bocca: una tazza di yogurt vanigliato cui aggiungere un paio di noci spezzettate, qualche fiocco di crusca d’avena e una manciata di amaretti sbriciolati è una colazione davvero top.
Rifinite con un velo di cacao e gustatevi la bowl. Dalle noci ricche di sostanze benefiche come il magnesio, il potassio, l’acido folico e gli acidi grassi Omega 3 (che aiutano ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue) alla crusca d’avena che sazia e riduce del dieci per cento l’assorbimento dei grassi, dite addio ai morsi della fame di metà mattinata. E ai rimorsi calorici: questa ricetta è così armoniosa che potrete concedervi anche degli amaretti da unire all’impasto cremoso. Nonostante si tratti di dolci, le mandorle contenute sono talmente benefiche che si può fare tranquillamente uno strappo alla regola. Il tocco finale del cacao in polvere vi aiuterà inoltre a mantenere alta la concentrazione grazie al contenuto di teobromina e caffeina.


YOGURT AL CAFFE’ CON CASTAGNE
Chi è amante della caffeina e ne necessita un pizzico per svegliarsi con gusto, opti per una colazione a base di yogurt al caffè. Personalizzatelo aggiungendo chicche di stagione come le castagne. Fate bollire i marroni in acqua calda, lasciateli raffreddare e poi miscelateli allo yogurt. Per un gusto ancora più intenso, unite qualche scaglia di cioccolato fondente e se volete dare un ulteriore twist a questa bowl, aggiungete anche qualche mora.
Questa bowl è particolarmente indicata per la mattina ma si rivela un toccasana anche come fine pasto perché il caffè facilita la digestione grazie all’effetto stimolante sulla secrezione gastrica e biliare. Ha anche un effetto tonico sulla funzionalità cardiaca e nervosa, rivelandosi quindi utile per non addormentarsi troppo presto dopo un pasto abbondante. Last but not least, la caffeina ha funzioni lipolitiche che favoriscono il dimagrimento, stimolando la termogenesi e l’utilizzo delle riserve adipose (insomma, facendo aumentare le calorie bruciate). Lunga vita anche alla regina dell’autunno: la castagna! Aggiungere allo yogurt gusto caffè qualche marrone significa ricaricarsi di energia, combattere stress e stanchezza, scongiurare l’anemia dando una sferzata al ferro. Le castagne sono utilissime anche per il sistema nervoso e chi ne consuma una giusta quantità giornaliera riscontra un potenziamento della memoria e dell’attenzione. Non ha bisogno infine di presentazioni il cioccolato fondente, vera star del wellness. Riconosciuto a tutti gli effetti come un superfood, ha tante doti mirabolanti: rafforza il cuore, protegge la pelle dai raggi UV grazie al contenuto di antiossidanti (come i flavonoidi), migliora circolazione, vista, umore… E non dimentichiamo che la teobromina che si trova nel cacao aiuta a ridurre il male di stagione numero uno: la tosse.


YOGURT BIANCO CON POLPA DI CACO MELA
A prescindere dai gusti di ciascuno, il sempreverde degli yogurt che tutti apprezzano in ogni stagione è quello bianco. Impiegato non solo in un’alimentazione naturale e sana ma addirittura in ricette cosmetiche fai-da-te (come crema detergente per struccarsi o come maschera levigante per il viso), lo yogurt al naturale è un segreto di bellezza che le donne si tramandano da generazioni. Per iniziare oppure concludere davvero in bellezza una giornata, concedetevi una ciotolina di yogurt bianco cui aggiungere polpa di caco mela. Cospargete poi un velo di zenzero in polvere per dare un tocco esotico e spicy al vostro snack. Gusto intenso assicurato e benessere al 100%! Questo grazie all’energia assicurata dal caco mela, con 65 calorie ogni 100 grammi date da zuccheri naturalissimi. Inoltre vitamina C (perfetta per scacciare il raffreddore), fibre, antiossidanti come la vitamina A, il betacarotene, il licopene, la luteina e la zeaxantina fanno del caco mela un vero cocktail benefico. La ciliegina sulla torta? La spolverata di zenzero. La pianta tropicale dello zenzero ha proprietà antinfiammatorie, digestive, addirittura antibiotiche. Oltre a tenervi alla larga l’influenza, è un ottimo detox per purificarsi in vista degli strappi alla regola che saranno la regola delle feste natalizie. E anche dopo l’Epifania servirà a rigenerarsi, eliminando tossine e depositi adiposi di troppo. Lo zenzero infatti è un alimento termogenetico, ossia un cibo che stimola l’aumento di calore interno e quindi porta a bruciare più calorie.


YOGURT AI CEREALI CON CHICCHI DI UVA

Una tipologia di yogurt sempre più apprezzato dagli appassionati di wellness è quello ai cereali. Oltre ai benefici dei probiotici del latte, questo yogurt si avvale anche di quelli del prodotto numero uno della dieta mediterranea (ancora oggi considerata la più valida): grano saraceno, farro, orzo, la famiglia dei cereali insomma. Pieni di fibre e antiossidanti come sono, questa sacra famiglia è al secondo posto nella classifica dei cibi funzionali, ossia gli alimenti ricchi di molecole con proprietà benefiche e protettive per l’organismo, adatti quindi a una nutrizione equilibrata. E al primo posto indovinate un po’ chi c’è? Il latte e i suoi derivati, yogurt in primis! Quindi lo yogurt ai cereali è già di per sé una proposta completa, da consumare a colazione o in qualsiasi momento della giornata.
Per chi volesse una variante personalizzata, provi ad aggiungere due o tre chicchi d’uva e qualche mandorla.
L’uva è un concentrato di zuccheri buoni (quelli direttamente assimilabili come il glucosio, levulosio e il mannosio), di sali minerali e di vitamine A, B e C per cui è consigliata in caso di affaticamento, stress e stitichezza. Negli ultimi anni sono stati scoperti anche i suoi miracolosi effetti sul ringiovanimento cellulare (grazie al contenuto di polifenoli e di resveratrolo), dunque una colazione a base di yogurt e uva potrebbe addirittura essere una valida alternativa all’applicazione di una crema antirughe! Per renderla non solo valida ma addirittura eccezionale, aggiungete le mandorle. Sarà come cospargere la bowl direttamente di vitamina E, magnesio, ferro, calcio, fibre e grassi “buoni”. Questi ultimi sono gli ormai celebri Omega 3, sostanze capaci di mettere k.o. il colesterolo migliorando la circolazione e la salute del cuore. Anche la pelle e i capelli ve ne saranno grati: consumare quotidianamente qualche mandorla rende la grana del viso più compatta, la pelle luminosa e la chioma sanissima.


Iscriviti alla nostre newsletter per essere aggiornato sui nuovi articoli. Non ti invieremo spam ma solo contenuti interessanti per il tuo benessere e la tua salute. Potrai disincriverti in qualsiasi momento con un semplice click. Inserisci Nome ed email qui sotto: